Prenotazioni, Tel. 02 86 46 3721 Mob. 351 88 10 494
Seguici sui social:

Oculistica infantile

Visite di controllo necessarie per tutti i bambini

A causa dell’impossibilità de parte dei piccoli pazienti di comunicare i propri sintomi, le patologie oculari dei bambini sono diagnosticabili unicamente con un accurata visita oculistica pediatrica.

 

 

Nell’età pediatrica possono esservi numerose patologie che variano a seconda dell’età.

Fin da neonati si possono sviluppare patologie come retinoblastoma, cataratta, glaucoma congenito o altre patologie anche più gravi per la funzionalità visiva.

Grazie allo screening neonatale del riflesso rosso è possibile riconoscere le patologie elencate così da intervenire tempestivamente con trattamenti di cura sia per migliorare il potenziale visivo che per salvare anche la vita del piccolo paziente.

Mentre durante l’età prescolare le patologie pià frequenti possono essere:

  • > strabismo
  • > anisometropia
  • > errori refrattivi bilaterali

E’ importante e necessario curare queste forme patologiche entro i primi 10 anni di vita per evitare il manifestarsi dell’occhio pigro ovvero della ambliopia

Lo strabismo è la deviazione degli assi visivi, a causa del cattivo funzionamento dei meccanismi neuromuscolari che controllano la motilità oculare.

La deviazione prende il nome di esotropia se uno dei due occhi è rivolto verso l’interno, in direzione del naso, di exotropia se è rivolto verso l’esterno o, più raramente, di ipotropia o ipertropia se rivolto rispettivamente verso il basso o verso l’alto.

 

L’anisometropia è la condizione in cui i due occhi hanno una potenza di rifrazione diversa.
Un occhio può essere miope e l’altro ipermetrope o un occhio può essere marcatamente più forte dell’altro.

L’anisometropia è di seria preoccupazione in neonati e bambini piccoli perché può portare all’ambliopia (visione alterata in un occhio).

Con una anisometropia aggravata, il cervello potrebbe non può ricollegare le differenti immagini provenienti dai due occhi e si sviluppa una preferenza per l’immagine proveniente da un occhio fino a sopprime l’immagine dal l’altro occhio e nel tempo il cervello perde la capacità di “vedere” l’immagine dall’occhio che ha soppresso.

 

Prima ci accorgiamo dei difetti visivi dei piccoli e più efficace curarli con occhiali e/o bende.

Per questo si consiglia la visita specialistica oftalmologica entro i primi 3 o 4 anni.

 

 

Per saperne di più chiamaci Tel: 02 49 45 13 54